12 febbraio 2008

IL DEGRADO DI POMPEI



Guarda qui il video-inchiesta del programma Exit (la7) che denuncia il clamoroso abbandono della risorsa “Scavi di Pompei”. Da vedere fino alla fine (una trentina di minuti)
La presentazione del servizio, tratta dal sito del programma Exit:
"L’Italia è il paese con il più importante patrimonio artistico del mondo. Tanto da essere considerato da molti il “petrolio” italiano.
Da una denuncia sullo stato di degrado di Pompei, la città antica che l’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo ha conservato intatta fino ad oggi, parte la puntata di Exit. Ilaria D’Amico ne parla con diversi ospiti in studio: Danielle Gattegno Mazzonis, sottosegretario Ministero Beni e Attività culturali, Marco Di Lello, assessore al Turismo e alla Cultura regione Campania On. Vittorio Sgarbi, assessore alla cultura Milano.
L’inchiesta della nostra Lisa Iotti, è inquietante. Parcheggi e guide abusive, nessun controllo sui visitatori, assoluto disprezzo delle regole. Ci imbattiamo nella vergogna delle zone interdette al pubblico che dietro pagamento vengono aperte dai custodi, dei ristoranti abusivi e della carenza di servizi igienici.
La Merryl Lynch ha calcolato che I’indotto prodotto dagli scavi di Pompei è il 5% del suo potenziale. In studio ci si domanda se non sia il caso, come proposto recentemente dal presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo di privatizzare la gestione di questo importante sito turistico. Dalla discussione in studio si ha l’impressione che l’individuazione delle responsabilità sia dovuta soprattutto ad una scarsa chiarezza nell’individuazione delle diverse competenze.
Siamo il paese col maggior numero di luoghi e monumenti protetti dall’UNESCO come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Eppure l’Italia spende per la cultura lo 0,29%. Inoltre, dal 2000 al 2007 gli investimenti sono crollati del 45%. E scopriamo che dei due miliardi di euro previsti la metà viene utilizzata per il funzionamento del Ministero dei Beni Culturali.
Riusciremo a salvare Pompei o ci dobbiamo rassegnare all’idea che la città antica più famosa del mondo possa scomparire per sempre? "
********************************************************
LEGGEREZZA DEL GIORNO
'Vedi, Linus, come in natura tutto si evolve, cresce, si sviluppa! Guarda per esempio questo giovane, esile pioppo: esso diverra' un giorno una poderosa quercia.'
> Charlie Brown in Peanuts
********************************************************
DIARIO PERSONALE
ieri mi sono rivisto un vecchio terrificante film sulla possibile guerra mondiale atomica, The Day After
**********************************************
I PIÙ CLICCATI SU ALICE.TIN.IT :

Etichette:

4 Comments:

Anonymous Jim said...

Un obbligo civile e morale:

LA CONFESSIONE DI SILVIO BERLUSCONI (DA LEGGERE ATTENTAMENTE!!)
Berlusconi: 'Signor parroco, mi vorrei confessare

Parroco: 'Certo figliolo, qual'è il tuo nome?'

Berlusconi: 'Silvio Berlusconi, padre.'

Parroco: 'Ah! Ah! Il presidente del Consiglio!?'

Berlusconi: 'Si, padre.'

Parroco: 'Ascolta, figliolo, credo che il tuo caso richieda una
competenza superiore. E' meglio che tu ti rechi dal Vescovo.'

Così Berlusconi si presenta dal Vescovo, chiedendogli se può confessarlo.

Vescovo: 'Certo, come ti chiami?' Berlusconi: 'Silvio Berlusconi'

Vescovo: 'Il presidente del Consiglio? No, caro mio, non ti posso
confessare: il tuo è un caso difficile. E' meglio che tu vada in
Vaticano.'

Berlusconi va' dal Papa. Berlusconi: 'Sua Santità, voglio confessarmi.'

Papa: 'Caro figlio mio, come ti chiami?'

Berlusconi: 'Silvio Berlusconi'

Papa: 'Ahi! Ahi! Ahi! Figliolo! Il tuo caso è molto difficile per me.
Guarda qui, sul lato del Vaticano c'è una cappella. Al suo interno
troverai una croce. Il Signore ti potrà ascoltare.' Berlusconi,
giunto nella cappella, si rivolge alla Croce: 'Signore, voglio
confessarmi.'

Gesù: 'Certo, figlio mio, come ti chiami?'

Berlusconi: 'Silvio Berlusconi.'

Gesù: 'Ma chi? Il Presidente del Consiglio?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'L'ex amico di Craxi ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'L'inventore dello scudo fiscale per far rientrare dalle isole
Cayman e da Montecarlo tutti i soldi che i tuoi amici hanno sottratto
al fisco ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'L'amico dei Neo-Fascisti e Neo-Nazisti, particolare che si è
dimenticato di riferire al Congresso americano ?'

Berlusconi: 'Ehm... si, Signore.'

Gesù: 'Quello che ha abbassato dell'1% le tasse dirette e costretto
comuni/province/regioni ad aumentare le tasse locali del 45% per
tenere aperti asili, trasporti, servizi sociali essenziali ?'
Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha ricandidato 13 persone già condannate con
sentenza passata in giudicato?' Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha modificato la legge elettorale in modo che siano
le segreterie di partito a scegliere gli eletti e non più I
cittadini ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha omesso qualsiasi controllo sull'entrata in vigore
dell'Euro permettendo a negozianti e professionisti di raddoppiare I
prezzi in barba a pensionati e lavoratori a reddito fisso ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha abolito la tassa di successione per I patrimoni
miliardari e subito dopo ha cointestato le sue aziende ai figli?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha quadruplicato il suo patrimonio personale e
salvato le sue aziende dalla bancarotta da quando è al governo e
che dice che è entrato in politica gratis per il bene degli
italiani?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha epurato dalla RAI I personaggi che non gradiva?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha fatto la Ex-Cirielli, la Cirami e la salva-Previti ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha fatto una voragine nei conti dello stato e ha
cambiato 3 volte ministro del tesoro ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha dato, a spese degli italiani, il contributo per
i l decoder digitale per permettere al fratello di fare soldi con una
società che li produceva ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che depenalizzato il falso in bilancio ed ha introdotto
la galera per chi masterizza I DVD ?'

Berlusconi: 'Si, signore.'

Gesù: 'Quello che ha permesso alla Francia di saccheggiare la BNL e si
è fatto prendere a pesci in faccia quando ENEL ha tentato di
acquisire una società francese ?'

Berlusconi: 'Ehm... sono sempre io, Signore.'

Gesù: 'Figlio mio, non hai bisogno di confessare. Tu devi solamente
ringraziare.'

Berlusconi: 'Ringraziare???? E chi, Signore?'

Gesù: 'Gli antichi Romani, per avermi inchiodato qui. Altrimenti sarei
sceso e t'avrei fatto un CULO COSI'!!!

NOTA: TUTTI gli ITALIANI che riceveranno questa comunicazione hanno
l'obbligo CIVILE e MORALE di inoltrarla a 10 AMICI: non sia mai che
qualche pirla lo voti di nuovo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

12 febbraio, 2008 14:47  
Anonymous bilo said...

lo voteranno, lo voteranno...
C'è gente che crede ai tarocchi, alla lettura della mano e all'oroscopo, ti pare che non credono al nanopuffo e alle sue eterne ston**te?

13 febbraio, 2008 08:53  
Anonymous Jim said...

nnamo bbene

13 febbraio, 2008 10:27  
Anonymous Jim said...

Pier Paolo Pasolini

DEDICATA A TUTTI I GIORNALISTI ABUSIVI
CHE SI VENDONO PER QUATTRO SOLDI AI POLITICI...


La Ballata delle Madri)

Mi domando che madri avete avuto.
Se ora vi vedessero al lavoro
in un mondo a loro sconosciuto,
presi in un giro mai compiuto
d'esperienze cosi diverse dalle loro,
che sguardo avrebbero negli occhi?
Se fossero lì, mentre voi scrivete
il vostro pezzo, conformisti e barocchi,
o lo passate, a redattori rotti
a ogni compromesso, capirebbero chi siete?
Madri vili, con nel viso il timore
antico, quello che come un male
deforma i lineamenti in un biancore
che li annebbia, li allontana dal cuore,
li chiude nel vecchio rifiuto morale.
Madri vili, poverine, preoccupate
che i figli conoscano la viltà
per chiedere un posto, per essere pratici,
per non offendere anime privilegiate,
per difendersi da ogni pietà.
Madri mediocri, che hanno imparato
con umiltà di bambine, di noi,
un unico, nudo significato,
con anime in cui il mondo è dannato
a non dare né dolore né gioia.
Madri mediocri, che non hanno avuto
per voi mai una parola d'amore,
se non d'un amore sordidamente muto
di bestia, e in esso v'hanno cresciuto,
impotenti ai reali richiami del cuore.
Madri servili, abituate da secoli
a chinare senza amore la testa,
a trasmettere al loro feto
l'antico, vergognoso segreto
d'accontentarsi dei resti della festa.
Madri servili, che vi hanno insegnato
come il servo può essere felice
odiando chi è, come lui, legato,
come può essere, tradendo, beato,
e sicuro, facendo ciò che non dice.
Madri feroci, intente a difendere
quel poco che, borghesi, possiedono,
la normalità e lo stipendio,
quasi con rabbia di chi si vendichi
o sia stretto da un assurdo assedio.
Madri feroci, che vi hanno detto:
Sopravvivete! Pensate a voi!
Non provate mai pietà o rispetto
per nessuno, covate nel petto
la vostra integrità di avvoltoi!


mariluuu barbera 13.02.08 10:05 | Rispondi al commento |
Vota commento
Currently 5/5 1 2 3 4 5 (voti: 2)
| Segnala commento inappropriato




Chiudi discussione
Discussione



Ecco, vili, mediocri, servi,
feroci, le vostre povere madri!
Che non hanno vergogna a sapervi
- nel vostro odio - addirittura superbi,
se non è questa che una valle di lacrime.
È cosi che vi appartiene questo mondo:
fatti fratelli nelle opposte passioni,
o le patrie nemiche, dal rifiuto profondo
a essere diversi: a rispondere
del selvaggio dolore di esser uomini.

13 febbraio, 2008 10:45  

Posta un commento

<< Home