04 gennaio 2008

El Pais: "Arde Napoles"....Olè! (aggiungo io)


Tutto il mondo ci sta guardando esterrefatto. Il problema rifiuti a Napoli fa il giro del mondo. I napoletani, per ora, impiccano i manichini di Bassolino e Iervolino....
"Nápoles arde. Ante la crisis del sistema de recogida de basura local, paralizado por la falta de vertederos en los que descargar los desperdicios, ciudadanos de la capital y de su provincia han tomado la iniciativa, quemando montañas de inmundicia acumuladas en las calles.
Los primeros fuegos empezaron hace tres días, pero la situación empeoró notablemente ayer, cuando los bomberos tuvieron que apagar en menos de 12 horas un centenar de montañas de desperdicios en llamas. Las alertas de los expertos, que subrayan la alta toxicidad de los humos que liberan esas fogatas, no sirvieron de nada en un escenario política y socialmente tenso.
Entre la noche del miércoles y ayer, grupos de manifestantes salieron a la calle para impedir la reapertura de un antiguo vertedero, designado por las autoridades como válvula de escape para la crisis. Otros grupos cortaron el tráfico en una importante carretera de la provincia, situada a unos 200 kilómetros al sur de Roma. También se prendió fuego a un camión de recogida de basuras.
La situación no es nueva. Los vecinos y las autoridades llevan 14 años luchando ante la falta de vertederos suficientes en la región y cíclicamente el sistema se colapsa.
La recogida de la basura en la zona fue confiada a un coordinador extraordinario en 1994. Desde entonces, varios de estos responsables nombrados por los Gobiernos de Roma se han sucedido en el puesto. Pero todos los elegidos por los Ejecutivos centrales han fracasado, igual que las autoridades locales, y lo extraordinario sigue siendo normalidad 13 años después.
La incapacidad de la política de crear instalaciones suficientes para la gestión de la basura es debida también, según muchos analistas, a los intereses en el sector de la mafia local, la Camorra, que gestionaría vertederos ilegales, muy activos y rentables gracias a la escasez de basureros legales.
Hace siete años, se decidió como medida de emergencia mandar la basura a Alemania para que fuera quemada allí en eficientes incineradoras. Desde entonces, la región de Nápoles, la Campania, exporta a Alemania cada día 2.000 toneladas de basura, según datos del Corriere della Sera. Se calcula que para hacer frente a la "emergencia", desde 1994 se han invertido 2.000 millones de euros.
Ayer, el comisario comunitario de Medio Ambiente, Stavros Dimas, aseguró que la Unión Europea está siguiendo de cerca la situación en la región y que no se descarta la adopción de medidas para que Italia cumpla su compromiso de crear nuevas centrales de descarga.
Dimas recordó que el Ejecutivo europeo abrió, en junio pasado, un procedimiento de infracción contra Italia, culpable de no haber seguido las indicaciones comunitarias en materia de eliminación de basura. Italia corre el riesgo ahora de pagar altas multas y de perder financiaciones de la UE."
***********************************************
LEGGEREZZA DEL GIORNO
Un buon capro espiatorio vale quasi quanto una soluzione.
> legge di Herman
*************************************************
DIARIO PERSONALE
Anche quest'anno vi invito a scaricare il Calendario dei Santi Laici fatto da Beppe Grillo, cliccando sull'icona che ho aggiunto sulla destra del mio blog.
Stamattina ho scoperto che mi hanno fregato l'autoradio dalla macchina. A Roma, sulla Prenestina. Valeva quattro soldi, mi fa pena chi ha compiuto un gesto del genere, ma io non ruberei mai per vivere. E' una questione di valori morali.

Etichette:

9 Comments:

Anonymous Anonimo said...

Mi dispiace per la tua autoradio!

Oggi piove, però è venerdì!!!!!
Domani arriva mia mamma, mi porterà tante cose buone.
Preparati, che con la tua consorte siete invitati a cena, cucina la mamma!!!

baci
shamu

04 gennaio, 2008 14:37  
Blogger jim said...

mmm...ho già l'acquolina in bocca, basta che non ci mette il piccante!

04 gennaio, 2008 19:15  
Anonymous Bilo said...

Notizie da Quarto (Na)- Mia cognata non è potuta andare a lavoro oggi. Sabato lei e il marito hanno tentato di andare da un amico, in macchina c'erano anche i due figli di 3 anni e 10 mesi. Si sono avventati contro tutti quelli che volevano passare. Ormai la gente è così esasperata che non si regola nemmeno davanti ai bambini. Li capisco ma bisogna anche capire chi non ha un lavoro a tempo indeterminato e la presenza sul posto di lavoro è determinante per non essere licenziato. Come si fa?

Onorevole Brodooo, mannace 'e figli tuoje 'a scola vicino 'a munnezz!!

07 gennaio, 2008 09:25  
Blogger jim said...

è un problema culturale e sociale.

il sud italia ed i suoi cittadini devono prendere in mano il loro destino.

ogni cittadino del sud deve cominciare ad occuparsi dei VERI PROBLEMI della loro terra e non delegare più le decisioni a politici corrotti ed incapaci.

07 gennaio, 2008 11:54  
Blogger jim said...

TRATTO DAI COMMENTI SUL SITO DI GRILLO:

"AHA HA HA HA AH I cittadini Preoccupati per la loro salute che manifestano contro la riapertura delle discariche mi fanno ridere.

nessun cittadino protesta quando i cammoristi sversano i rifiuti tossici e speciali in un buco al centro di un quartiere. come mai nessuna famiglia viene con i pupi ad impedire che si aprano discariche abusive?
ahahah, mi fate ridere...

Danilo De Rossi 07.01.08 11:37 "

07 gennaio, 2008 12:03  
Anonymous BILO said...

Rire danì..

A Napoli hanno vinto 5 mln di euro della lotteria italia. Un po' di fortuna passa ogni tanto, ma cara signora Foruna, invece dei soldi ad una sola persona (che poi dovrà regalare tutto al pizzo) potresti passare 'na vota e bbona a ridare dignità ad una città smangiucchiata da grassi politici?

Che rabbia..che rabbia..

07 gennaio, 2008 12:43  
Anonymous Bilo said...

Dal Blog di Grillo:
Il problema non è Napoli o i napoletani come molti scrivono sul blog, vorrei vedere i milanesi cosa riuscirebbero a fare se i netturbini la mattina non operassero la raccolta!
Il problema è uno stato che ha perso l'ennesima sfida con la malavita organizzata, è indegno vedere un governo (pardon 10 anni di governi alternati) che non riesce ad intervenire per risolvere un problema creato dalla malavita organizzata. Napolitano dovrebbe almeno avere il buon gusto di ammettere che in Campania non è la Repubblica italiana che governa, è la camorra il vero stato.
Quanto a Bassolino & C. secondo voi governano la campania perchè scelti dal popolo? Piuttosto che mandare i militari in iraq dovremmo mandarli al sud per risolvere una piaga che dura da 50 anni. Il problema è che tale piaga alimenta anche la nostra politica se così ancora la possiamo chiamare.

STEFANO S. 07.01.08 12:16

07 gennaio, 2008 12:56  
Blogger jim said...

è vero, l'unico problema a Napoli è la criminalità organizzata.

Il mio dubbio è come può lo Stato italiano risolvere questo problema se la criminalità è ormai anche nel Parlamento italiano?

07 gennaio, 2008 13:00  
Anonymous Bilo said...

Sempre dal blog di Grillo:
NAPOLI CAMORRA,NAPOLI COLERA,NAPOLI MONNEZZA.........

Ma quanti appellativi ,ancora, dovremmo sopportare prima di capire che è arrivato il momento di rialzare la testa!?Sono un napoletano di 20anni, e già ne ho viste tante, troppe, per rimanere in silenzio davanti a questa vera e propria morte della dignità PARTENOPEA!!Ora siamo diventati la regione della MONNEZZA, prima lo eravamo della CAMORRA, per un breve perieodo lo siamo stati del COLERA!!Ma quanta vergogna ancora dobbiamo subire!?E' non mi venite a dire che la colpa è tutta della Iervolino e di Bassolino!Perchè il problema non sono tanto i Sindaci e i Governatori,che cambiano......bensi il problema siamo NOI Napoletani, che purtroppo non cambieremo mai!!Questa città,questa regione, deve spettere di essere la patrià della TEATRALITA' e della FOLCLORISTICITA'!!Noi Napoletani dobbiamo iniziare a fare meno TEATRINI e più FATTI!!Le proteste di Pianura, con donne che si tirano i capelli dalla testa NON SERVONO a nulla!!I problemi oggi vanno affrontati in modo diverso, con l'appoggio dell' INTERA comunità e con l'ausilio di POTERI FORTI, solo così riusciremo a farci sentire e sopratutto CAPIRE della autorità

spero che la situazione si risolvi al più presto!!
Roberto E. 07.01.08 11:44

07 gennaio, 2008 13:09  

Posta un commento

<< Home