05 giugno 2008

...e quindi il nucleare non è rischioso...



Ma i nostri politici lo capiscono che questa tecnologia ti espone a temere ogni giorno che un terremoto o un malfunzionamento dell'impianto possano produrre un'inquinamento devastante?
***************************************************
CRONACA
Mafia e politica nell’Italia di Berlusconi (articolo di Alexander Stille dal giornale El Pais)
***************************************************
LEGGEREZZA DEL GIORNO
Il baciamano è una cosa che ti fa sentire importante, però una tiara di diamanti dura per sempre.
> Lorelei (Marilyn Monroe) Gli uomini preferiscono le bionde
*****************************************************
DIARIO PERSONALE
Tempo variabile, come il mio umore...Trascrivo alcune frasi dall'ultimo Dylan Dog:
"Dolci le melodie conosciute, ma più dolci le ignote - così voi, tenere cornamuse, il vostro canto al mero orecchio portate - ma per questo più care, allo spirito offrite silenziosi concerti."
"O grazioso giovane, alla fresca ombra mai potrà il tuo canto languire - nè a quei rami venir meno la fronda.""Audace amante, mai tu potrai baciarla, seppur vicino alla tua meta - e tuttavia non disperare.""Ella non può sfiorire e, seppur mai colta, per sempre l'amerai - e lei sarà per sempre bella".(da "Ode sopra un'urna greca" di John Keats)
"Meglio morire per i propri sogni che lasciarli uccidere dalla realtà"
"... e in fondo, cosa c'è di più importante che tentare di realizzare i propri sogni?"
"Si invecchia quando si abbandonano i propri sogni".
"Giovane è chi accetta, nonostante tutto, di continuare ad amare e a soffrire..."
"... chi non indietreggia di fronte all'incerto, e spesso crudele gioco della vita".
"E' per questo che per Dylan gli anni non passeranno..."
"Resterà uguale a se stesso, un eterno ragazzo, fino alla fine dei suoi giorni..."

Etichette:

2 Comments:

Anonymous JIM said...

DA UNA MAIL CHE HO RICEVUTO:

Pubblicato il decreto che contiene i tagli necessari per abolire l'Ici e introdurre gli sgravi sugli straordinari


Il governo mantiene le promesse elettorali. E dunque via l'Ici e sgravi sugli straordinari (ma non per i dipendenti pubblici, per ora).
Nel bilancio dello Stato, si apre però una autentica voragine: mancano all'appello tre miliardi di euro, che l'esecutivo ha infine deciso come recuperare. Tagliando altrove, ovviamente. Basta scorrere il decreto legge 93 del 27 maggio pubblicato ieri in Gazzetta ufficiale per capire come.
Accanto al dirottamento delle somme stanziate originariamente per infrastrutture in Sicilia e Calabria (1,3 miliardi, che saranno utilizzati per realizzare il ponte sullo Stretto), il decreto contiene un lungo elenco di autorizzazioni bloccate, ovvero lo stop ai stanziamenti che al precedente governo aveva deciso o nella Finanziaria (2007 e 2008) o nel cosiddetto decreto "milleproroghe".
E sono tagli pesanti. Molti dei quali colpiscono il sociale.
- abolito il fondo per l'inclusione sociale degli immigrati (50 milioni),

- scomparsi gli incentivi per l'occupazione (55 milioni, per tre anni),

- affossato lo sport di cittadinanza (in tutto 95 milioni),

- ridotto il contributo al Comitato italiano paraolimpico (- 4 milioni, che sarebbero arrivati in tre anni) e quello a Telefono azzurro (1 milione e mezzo).
- non autorizzata la spesa per l'ammodernamento di quel colabrodo che ancora chiamiamo "rete idrica nazionale" (avrebbe dovuto avere 70 milioni in più) e quella per l'abbattimento degli ecomostri (- 15 milioni per tre anni).
Notevoli, e per certi aspetti poco spiegabili, anche i tagli al piano contro la violenza alle donne (tolti 20 milioni) e al fondo di solidarietà per i mutui prima casa (altri 20 milioni).
Tutti tagli dalla finanziaria 2008. Come altri, che riguardano fondi dalla prospettiva anche più strutturale. Si tolgono, per esempio, in tre anni ben 353 milioni al fondo per la promozione del trasporto pubblico locale; 231 agli incentivi per lo spostamento del traffico pesante verso il trasporto marittimo; 30 milioni alle infrastrutture ferroviarie; 10 al sostegno delle autostrade del mare. Infine si riduce di 60 milioni l'autorizzazione di spesa per la quota statale dell'8 per mille.
Per quanto riguarda il "milleproroghe", si tolgono - fra l'altro - 14 milioni al fondo per le regioni con disavanzo sanitario e 48 al fondo ordinario delle università.

05 giugno, 2008 15:53  
Anonymous JIM said...

DAI COMMENTI AL BLOG VOGLIOSCENDERE.IT:

Riporto la comunicazione del Meetup di Napoli appena diffuso:
Alla rotonda di Marano/Chiaiano è stato installato un mediacenter.
Una postazione internet ci consente di trasmettere audio e video in streaming su internet.
Potete vedere le dirette su www.chiaianodiscarica.it.
3 gli appuntamenti fissi.

ore 10.30 RASSEGNA STAMPA (lettura critica dei quotidiani)
ore 12:00 CONFERENZA STAMPA
ore 21:00 FREE SPEECH ("...diamo voce a chi non ha voce")
Spesso la Webcam resta accesa...per dare la possibilità, a chi è a casa, di essere virtualmente presente a Chiaiano...di vedere IN DIRETTA cosa accade al presidio.Stasera Annozero ha intenzione di fare un collegamento in diretta proprio dal presidio di Chiaiano.
Noi faremoi la nostra parte restando cmq slegati alla struttura e al palinstesto di Annozero:
seguiremo la diretta...faremo un "dietro le quinte"...commenteremo la trasmissione e tutto quanto riusciremo ad organizzare quest'oggi.
I tempi sono stretti...le energie sono poche...ma la voglia di fare è tanta.
Facciamo il meglio che possiamo e alcune centinaia di persone ci seguono tutti i giorni.

Lottiamo per un'INFORMAZIONE LIBERA. Il nostro motto è BECOME YOUR MEDIA!
Abbiamo Internet. Sfruttiamolo. Stasera chi volesse venire a trovarci al presidio (dove sottolineo che non c'è assolutamente la tensione di cui si parla sui giornali) potrà vedere con i propri occhi cosa stiamo combinando
Quindi:

WWW.CHIAIANODISCARICA.IT

Tutto ciò grazie alla collaborazione di vari mediattivisti: radiolina, indymedya, Insu-tv, Meetup Napoli, global project...
Fare rete è fantastico!
L'unico modo di scardinare questo sistema economico-politico che ci opprime è riprenderci il diritto all'informazione e la libertà di pensiero (troppo spesso bloccata dalla presenza massiva dei media!)

Con questo vi saluto.
Ciao
Roberto C.

05 giugno, 2008 16:30  

Posta un commento

<< Home